800 908983 info@assopiu.com

In un mondo sempre più digitalizzato, ha senso usare ancora il buon vecchio biglietto da visita? Cerchiamo di capirlo tra le righe di questo post.

Il biglietto da visita è il primo strumento pubblicitario che puoi utilizzare per sponsorizzare la tua attività o professione. Economico e pratico è una vera manna dal cielo per i professionisti che partecipano a ferie di settore o eventi particolari.

Biglietti Visita – Le informazioni indispensabili

Cosa scrivere su un biglietto da visita? Certamente il nome e cognome della persona, meglio se accompagnati dal logo aziendale/professionale o da un breve Pay Off (slogan) che spieghi in poche parole il lavoro che si svolge. Ovviamente deve contenere tutti i recapiti necessari per contattarti, come il numero di telefono dell’azienda o dell’ufficio, il numero del cellulare, la mail e anche, se si possiede, l’indirizzo del sito internet aziendale o personale.

Molti dimenticano l’importanza di inserire nel biglietto da visita anche la partita Iva, strumento indispensabile ad esempio, per avere una fattura dopo un pranzo di lavoro. È molto più comodo fornire a chi hai di fronte un biglietto con tutti questi dati che scriverli su un foglietto volante o peggio, dettarli a chi sta per farti fattura.

Quindi, riepilogando, ecco cosa deve essere scritto su un biglietto da visita:

  • nome e cognome
  • logo aziendale o pay off
  • indirizzo mail
  • indirizzo sito web
  • partita IVA
  • numero di telefono (anche mobile)
  • indirizzo (per le sedi fisiche)

Queste informazioni possono essere integrate con dettagli aggiuntivi, anche posizionati sul retro del biglietto stesso. Quali? Ad esempio un biglietto da visita per dentista può avere sul retro uno spazio dedicato all’appuntamento, dove annotare giorno e orario della prossima visita. Stessa cosa può succedere ad estetisti, medici generici, pediatri ma anche professionisti che prendono appuntamento con potenziali clienti. Alcuni inseriscono la mappa della zona dove si trova l’ufficio o il negozio o lo studio, in modo da facilitare la visita della persona.

I più innovativi usano il QR Code, un codice scansionabile da smartphone o tablet per accedere in maniera rapida a un sito o a una pagina Facebook che descriva l’azienda o, più in generale, la professione.

Bigliettino da visita – Perché è importante

Entriamo dunque nel vivo di questo post cercando di capire come mai è importante avere sempre a disposizione un biglietto da visita.

  • Professionalità: avere un biglietto da visita fa subito di te un profesisonista? No, ma non averlo fa di te un professionista sbadato o poco attento ai dettagli. Anche se il tuo lavoro è online, devi avere dei biglietti da visita da mostrare agli eventi e nelle situazioni di networking in cui certamente ti troverai.
  • EverGreen: il biglietto da visita è eterno. Puoi cambiare la grafica, renderlo più o meno accattivante, usare font più o meno belli, ma rimane un evergreen che non può mancare tra la grafica dedicata alla tua attività.
  • Vicinanza: dare il tuo biglietto da visita ti avvicina immediatamente al tuo interlocutore, molto più di una pagina Facebook o dell’indirizzo di un sito web.

Insomma, avere un biglietto da visita è indispensabile se sei un professionista, ma anche se hai una piccola attività commerciale. Avvicina te e il tuo potenziale pubblico e allo stesso tempo fornisce tutte le informazioni indispensabili per contattarti. È il primo contatto con il potenziale cliente, quindi è importante che sia ben fatto, non di carta scadente e con una grafica e un font opportuni per sponsorizzare la tua attività.

Noi di AssoPiù progettiamo e stampiamo biglietti da visita professionali. Contattaci per saperne di più.